Apr
3
2009

Il vangelo secondo noi : Mc 14-15

Attualizzare il vangelo

“LA PASSIONE”

Marco, capp. 14 e 15

I capi di governo vogliono uccidere Joseph

Ci troviamo in Africa e mancano appena due giorni ad una famosa festa che si celebra a metà Aprile in Ghana, paese natale di Joseph. Egli vive ad Accra, la capitale ed è molto famoso per l’attività caritativa che svolge con i più poveri: infatti ha costruito una comunità in cui i ragazzi possano imparare a leggere e scrivere, fare sport, invece che rimanere in mezzo alla strada. Poco a poco questa sua comunità si è allargata e adesso conta anche una scuola elementare, una media e una superiore. Moltissimi bambini, adolescenti e ragazzi che abitano nei quartieri disastrati di periferia frequentano la sua comunità.

Joseph ha offerto loro la possibilità di studiare e crescere lontano dalla malavita almeno per le poche ore che passano lì.

Ma sta diventando un personaggio scomodo per i piani alti del potere ghanese che è in stretti rapporti con una multinazionale che ha scelto come base proprio il Ghana.

Così in una riunione segreta tra alcuni ministri del paese e funzionari della multinazionale viene deciso di arrestarlo con l’inganno tuttavia non durante il giorno di festa per scongiurare il pericolo di una sollevazione popolare.

Jud tradisce Joseph

Da qualche tempo Joseph si sentiva inquieto e spesso mentre camminava per strada aveva come la sensazione di essere pedinato.

Non aveva tutti i torti. Jud, un ragazzo che aveva da poco cominciato a frequentare la sua comunità, aveva svelato ad un ministro che tutte le sere Joseph tornava a piedi lungo una vecchia e poco illuminata stradina poco fuori dalla città. Ovviamente Jud per dire ciò aveva ricevuto una cospicua somma di denaro.

La cena della comunità

Come tutti gli anni per questa festività ghanese nella comunità di Joseph veniva organizzata una grande cena a cui poteva partecipare chi voleva. Quest’anno proprio durante i festeggiamenti Joseph rivelò la sua inquietudine ai propri ragazzi e aggiunse che aveva il sentore che qualcuno di loro lo stesse per tradire. Tutti rimasero sconvolti dalla notizia, in particolare Peter che era molto legato a quell’adulto che l’aveva tolto dalla strada. Egli gli fece una promessa: “Joseph, fratello mio, qualunque cosa ti accada io sarò al tuo fianco e ti aiuterò”.

Joseph prega prima di andare a dormire

Come tutte le sere anche quella sera Joseph ringraziò Dio per tutto quello che gli aveva dato e per tutto quello che gli aveva permesso di fare, poi si addormentò. Fu un sonno travagliato.

Alcuni sicari rapiscono Joseph

Dopo un’altra giornata passata con i suoi ragazzi Joseph stava tornando a casa, raggiante perché tutto era andato per il verso giusto. Dopo pochi metri fu affiancato da un auto con all’interno due uomini. Uno di loro abbassò il finestrino e gli chiese: “Sei tu Joseph?”. Un po’ sorpreso Joseph rispose: “Sì, sono io”. A quel punto la macchina accostò, due uomini scesero, lo immobilizzarono, lo legarono e dopo averlo stordito lo buttarono dentro al bagagliaio dell’auto.

Peter nega di aver mai conosciuto Joseph

Quando rinvenne Joseph si ritrovò in una stanza buia. Poco dopo sentì un rumore di passi e i due uomini che lo aveva avvicinato per strada entrarono seguito da un uomo bianco vestito molto elegante, seguito a sua volta da un piccolo ragazzo di aspetto familiare… Era Peter! Era di sicuro venuto a liberarlo.

Poco dopo l’uomo vestito elegante chiese a Peter: “Lo conosci?”. Peter esitò. E subito: “Allora lo conosci? Rispondi o farai una brutta fine.”

Peter con la testa bassa disse: “No, mai visto prima”. Joseph notò che in quel momento gli era scesa una lacrima.

Joseph viene ritrovato

Era ormai passata una settimana da quando Joseph era sparito nel nulla quando i ragazzi della comunità furono attirati dalla sigla d’inizio del telegiornale che stavano guardando alcuni di loro dalla vecchia TV della comunità. Avevano come un brutto presentimento ma non immaginavano cosa avrebbero udito di lì a poco. “Ritrovato crocifisso a 2 km dal confine della città, in aperta campagna Joseph, creatore della più famosa comunità di giovani di Accra. Ignoti li assassini e il movente dell’assassinio. Sotto la croce è stata trovata un’iscrizione: ecco la fine di chi prova a diffondere speranza, giustizia e cultura a chi non se lo merita.”

Banner

Libreria del Santo

Eventi

<<Mag 2022>>
LMMGVSD
25 26 27 28 29 30 1
2 3 4 5 6 7 8
9 10 11 12 13 14 15
16 17 18 19 20 21 22
23 24 25 26 27 28 29
30 31 1 2 3 4 5